Lunedì 16 Marzo il ministro Poletti a Reggio Emilia..

Giuliano Poletti
Giuliano Poletti

La visita di lunedì del Ministro del Lavoro Poletti nella nostra provincia ci fa piacere, perché ci dà l'occasione di avviare una campagna di opposizione alle politiche del governo. Il Jobs Act riporta la condizione dei lavoratori al 1800, produce ricatto e sottomissione, generalizza la precarietà anziché eliminarla. E' una legge contraria ai diritti e alla dignità dei lavoratori e cancella l'Art. 18 e il diritto alla reintegra per i giovani neoassunti. Il Jobs Act riduce le persone che lavorano a una specie di merce sottomessa, e impedisce l'organizzazione collettiva delle lavoratrici e dei lavoratori.

Produrrà solo un ulteriore abbassamento dei salari e un ulteriore impoverimento di chi lavora. Senza contare i licenziamenti che sono in preparazione in tante imprese. Noi vogliamo licenziare Renzi.

Il Job Act è un grosso regalo economico alle imprese, ma ci chiediamo chi pagherà la decontribuzione per i primi anni di lavoro di tutti i neoassunti. La gara sarà su chi licenziare per assumere persone che subiscano la decontribuzione.

Poletti si impegni invece per emanare un decreto per cancellare le finte cooperative, che sono una delle peggiori forme di sfruttamento dei lavoratori.

Rifondazione Comunista ritiene indispensabile costruire un forte movimento sociale e propone un REFERENDUM che cancelli il Jobs Act , nel segno dei diritti, della libertà e della dignità dei lavoratori e delle lavoratrici.

Rifondazione Comunista – Federazione Provinciale di Reggio Emilia

FacebookWhatsAppBlogger Post