VERGOGNA

Del RioLe compagne e i compagni del Partito della Rifondazione Comunista della Federazione Provinciale di Reggio Emilia manifestano sdegno e sconcerto per l'attribuzione al fascista Paride Mori di una medaglia ricordo del Governo da parte del sottosegretario Graziano Del Rio, già sindaco di Reggio Emilia medaglia d'oro alla Resistenza.

E' successo nel corso della cerimonia ufficiale per la ricorrenza del 10 febbraio, istituita in memoria delle vittime delle foibe: una medaglia ricordo del Governo dedicata a un militare fascista "in riconoscimento del sacrificio offerto per la Patria". E' bene ricordare che Paride Mori non è una vittima delle foibe, in quanto fu ucciso nel corso di uno scontro coi partigiani il 18 febbraio '44; era un ufficiale del Battaglione "Bruno Mussolini", aggregato alle SS di stanza nel nord Italia. La notizia si è diffusa domenica 15 marzo, con colpevole ritardo. A poco valgono i confusi tweet da parte di Del Rio, che afferma imbarazzato: "Se la commissione che ha vagliato centinaia di domande ha valutato erroneamente, il riconoscimento dovrà essere revocato".

Siamo davanti a un grave insulto alla Resistenza, proprio in occasione del suo 70° anniversario. Come ha dichiarato Cristina Quintavalla, de L'Altra Emilia Romagna "siamo in presenza di una riabilitazione storica inaccettabile sia nei confronti della storia della Resistenza jugoslava che di quella italiana. E' questa una vergognosa forma di riabilitazione di coloro che, in quanto fascisti, complici degli occupanti nazisti, hanno la responsabilità di aver favorito, istruito, guidato i nazisti nei rastrellamenti e negli eccidi compiuti contro le formazioni partigiane e le popolazioni accusate di complicità con esse. E allora perchè tale riabilitazione? E' forse la ricerca dei consensi della destra, l'erosione dell'elettorato berlusconiano? E' la ricerca della pacificazione coi fascio-leghisti?".

A noi poco importa se si è trattato di una deliberata scelta politica (ipotesi che però sosteniamo) o di una "svista" e chiediamo le immediate dimissioni del sottosegretario Graziano Del Rio, oltre alle doverose pubbliche scuse alla Nazione intera.

Federazione Provinciale Rifondazione Comunista Reggio Emilia

FacebookWhatsAppBlogger Post