Soddisfazione..a metà per la sentenza sugli accadimenti del 25 aprile 2014

Lega Fascista
Accade alle manifestazioni della Lega...

E' con soddisfazione che la Federazione di Reggio Emilia di Rifondazione Comunista accoglie la sentenza di rimozione dell'obbligo di firma per i Compagni di AQ16, Tpo e Carc accusati di violenze nella manifestazione dello scorso 25 Aprile durante il comizio del segretario della Lega Matteo Salvini. Reputavamo le richieste del PM eccessive e fuori luogo, e così ha decretato il giudice lo scorso 13 Aprile.

Il 25 Aprile, in tutta la Penisola, rappresenta un giorno di festa grande, un giorno in cui si celebra la vittoria della Resistenza Partigiana ai soprusi nazi-fascisti. Ci chiediamo ancora oggi come il Comune e la Prefettura di Reggio Emilia abbiano voluto dare seguito ad una chiara provocazione di un partito xenofobo, razzista e di stampo neofascista come la Lega Nord. Troviamo inaccettabile che si debba mettere la cittadinanza tutta in stato di allerta, permettendo ad un segretario di Partito che, come più volte dimostrato, nulla ha a che vedere con gli ideali che da sempre (e più che mai in quel giorno speciale) riconducono la popolazione ad un sentimento di unità, fratellanza e gioia per l'eliminazione della dittatura. Sentimento di unità e fratellanza che proprio il Carroccio si fregia di non volere. Salvini di fronte dileggia il sud Italia e di dietro stringe accordi con Berlusconi ed il suo partito fondato dal detenuto dell'Utri, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa.

Resta forte la preoccupazione per l'evidente strategia in atto nel nostro Paese mirata all'annichilimento delle voci di protesta sociale e di dissenso politico.

Che ci siano sempre più Resistenti e sempre meno Lega e provocazioni inutili!

Rifondazione Comunista – Fed. Prov.le di Reggio Emilia

FacebookWhatsAppBlogger Post