ACQUA PUBBLICA SUBITO!

ACQUA PUBBLICA SUBITOQuattro anni. Quattro anni di lavoro instancabile, di negoziazioni che - forti del risultato del referedum del 12 e 13 giugno 2011 attraverso cui il popolo italiano ha espresso la volontà di volere L'ACQUA PUBBLICA (250.000 i voti a favore a Reggio Emilia e provincia) - miravano a riportare la gestione dell’acqua in forma pubblica e partecipata. MA il PD, infischiandosene della volontà popolare, ha detto NO. Senza alcun coinvolgimento della cittadinanza, la direzione provinciale del Partito Democratico ha bocciato qualsiasi progetto di ripubblicizzazione, con motivazioni pretestuose basate su valutazioni economiche infondate e che non tengono in alcun modo conto degli studi di fattibilità fatti in questi anni.

Ma Reggio Emilia dice no. In questi giorni la società civile reggiana e il Comitato Provinciale Acqua Bene Comune si sono mobilitati, per portare la drammatica situazione all’attenzione dell'opinione pubblica, tenuta attentamente all'oscuro di tutto. Tra le varie iniziative, nei giorni scorsi è stato organizzato un presidio di fronte al palazzo del Comune, fatto in fretta e furia sgomberare dalla Polizia Municipale. Alla richiesta di un confronto pubblico, il sindaco glissa. Ma la mobilitazione continuerà, ad oltranza!

Se il Partito Democratico crede di farla franca anche questa volta, schiaffeggiando i cittadini reggiani che a gran voce chiedono che il voto popolare sia rispettato, si sbaglia...

Se gli amministratori della città e dei comuni della provincia, dopo aver deliberato e dichiarato in più occasioni di voler ripubblicizzare, facendone un tema caldo in occasione delle tornate elettorali, pensano di poter prendere in giro gli elettori, si sbagliano...

Se i nostri politici sono convinti che la democrazia sia un optional e che un partito possa decidere in totale autonomia dalle regole della Democrazia, obbedendo ciecamente a Confindustria, Federutility e IREN, si sbagliano...

Se davvero credono  che siamo una massa di stupidi, perché tutti gli studi di fattibilità realizzati in questi anni hanno dimostrato, numeri alla mano, che la ripubblicizzazione è un percorso possibile senza causare alcun dissesto economico nei comuni reggiani, si sbagliano...

La Federazione Provinciale di Reggio Emilia di Rifondazione Comunista partecipa e sostiene tutte le iniziative che si sono tenute e si terranno nel territorio a sostegno della lotta per la ripubblicizzazione. Promuoverà nei Consigli Comunali dove è presente Ordini del Giorno che impegnino Sindaci e Giunte a proseguire con forza sull'indicazione data dai referendum del 2011 e ad operare attivamente per arrivare in tempi rapidi al completamento del processo di ripubblicizzazione del servizio idrico. Si batterà in tutte le sedi opportune affinchè il percorso di ripubblicizzazione dell'acqua riprenda senza più ostacoli.

Per restare aggiornati sulle iniziative in città, visita la pagina Facebook del Comitato Acqua Bene Comune di Reggio Emilia.

Rifondazione Comunista – Fed. Prov.le di Reggio Emilia

FacebookWhatsAppBlogger Post