Rifondazione Comunista piange Giuliano Rovacchi

Giuliano RovacchiCi ha lasciati Giuliano Rovacchi, per tutti noi Johnny, il compagno Johnny. Una malattia improvvisa, in dieci giorni, ce lo ha portato via. Se si digita su Google il suo nome appaiono con evidenza due fatti che sono quelli che, più di altri, hanno caratterizzato la sua vita politica, il suo impegno: il 7 luglio 1960 e Rifondazione Comunista. Il 7 luglio 1960, quando la polizia di Tambroni sparò sui manifestanti uccidendone 5, Jonny era in piazza, aveva 19 anni ed era uno dei tanti 'ragazzi con la maglietta a strisce'. Da quel giorno il suo impegno politico non si interromperà più. Sarà un protagonista del '68, in particolare darà vita al movimento dei lavoratori-studenti che, a Reggio Emilia, ebbe un ruolo molto importante. Erano gli anni '60 e '70, anni di grandi lotte e di grandi conquiste, Johnny, a Reggio Emilia, ne è stato un protagonista. Poi arrivarono gli anni '80, anni difficili, quelli di Reagan e la Thatcher. In Italia si avviò il processo di scioglimento del PCI. Giuliano non condivise la svolta di Occhetto e sarà protagonista, fin da subito, della costruzione di Rifondazione Comunista. Le prime riunioni di costruzione del partito si svolsero proprio nel suo studio, quando era ancora in via Emilia Santo Stefano. Iniziò per lui un forte impegno politico che si affiancò alla scelta, fortemente voluta in quegli anni, di laurearsi. Si laureò, venne eletto in consiglio comunale (dove rimase per due legislature) e contribuì in modo decisivo a far conseguire a Rifondazione Comunista un consenso assai significativo. Ma Johnny, per tutti noi, non è solo 7 luglio e Rifondazione: è stato un compagno nel senso più vero della parola.

Caro Johnny sarà più dura ora che non ci sei più. Per noi è come se fosse morto un fratello maggiore. Ci mancheranno la tua compagnia, le tue riflessioni mai banali, la tua amicizia. Ciao Johnny, riposa in pace.

I funerali avranno luogo Martedì 25 Agosto alle ore 16:00 partendo dalle camere ardenti dell'Arcispedale Santa Maria Nuova per il cimitero di Monchio delle Olle di Canossa.

Le compagne e i compagni di Rifondazione Comunista – Federazione Provinciale di Reggio Emilia

FacebookWhatsAppBlogger Post